Gotta: casi in aumento, oltre 41 milioni le persone colpite nel mondo

I casi sono cresciuti del 5% dal 1990 ad oggi

Reumatologia

Roma, 20 agosto 2020 - Cresce in tutto il mondo il numero di persone colpite dalla gotta. Dal 1990 ad oggi i casi sono aumentati del 5,5% per un totale di oltre 41 milioni e 200 mila uomini e donne colpiti. E’ quanto sostiene uno studio pubblicato sulla rivista Arthritis & Rheumatology. La gotta è una malattia infiammatoria dovuta alla deposizione di cristalli di acido urico, legata all'eccesso della sostanza nel sangue, che si manifesta in genere con rapida comparsa di dolore, arrossamento e gonfiore articolare.

Diffusa soprattutto tra gli uomini, la gotta è legata molto agli stili di vita, al sovrappeso, all'alimentazione. L'accumulo di acido urico è infatti favorito da cibi come birra e carne rossa. "Il peso sanitario di questa condizione è destinato ulteriormente ad aumentare - spiega l'autrice del lavoro Emma Smith, della University of Sydney, in Australia - via via che la popolazione mondiale invecchia". "Tentativi di ridurre l'esordio della malattia e il carico futuro collegato alla gotta - conclude - richiedono una maggiore consapevolezza dei fattori di rischio, la diagnosi precoce, terapie adeguate".

Fonte: Società Italiana di Reumatologia